La maschera per capelli rigenerante di Christophe Robin

Christophe Robin Figue de barbarie

Ho provato la Masque régénérant à l’huile rare de figue de barbarie di Christophe Robin ed ho capito che ci sono prodotti per capelli che fanno la differenza.

Questa maschera per capelli senza parabeni e senza siliconi, sfrutta le proprietà dell’olio di semi di fichi d’india ed è in grado di fare veri e propri miracoli su capelli sciupati e disidratati.Perlomeno su di me ha fatto davvero la differenza. La prova l’ho avuta rientro da una vacanza che aveva messo a dura prova la mia capigliatura. I capelli chiedevano a gran voce l’intervento salvatore di un taglio dal parrucchiere. Nell’attesa, ho deciso di utilizzare questo prodotto acquistato grazie ad un passaparola che ne decantava le lodi. Già dalla prima applicazione i capelli da spenti, inariditi, sciupati sono come resuscitati facendo rimandare di molto il ricorso al drastico taglio prospettato. Inutile dire che questo prodotto è entrato a far parte della mia routine settimanale.
Un po’ stupita dall’effetto quasi miracoloso di questa maschera per capelli, sono andata alla ricerca di informazioni più dettagliate sia sul prodotto che sulla marca.

La linea per capelli di Christophe Robin

Christophe Robin, fondatore della marca, altri non è che un parrucchiere francese, specializzato in colorazione che si è occupato negli anni delle capigliature di dive e star internazionali. Tra le sue affezionate clienti ci sono Catherine Deneuve di cui non è solo fidato parrucchiere ma anche amico, Fanny Ardant, Laetitia Casta, Milla Jovovich, Uma Thurman, Claudia Schiffer, Céline Dion, Tilda Swinton e molte altre.

Stiamo parlando di qualcuno che dall’età di 14 anni con i capelli ha sempre lavorato. Tra i suoi lavori più significativi quello di consulente per L’Oreal e di direttore artistico per Jean Louis David. Come specialista di colorazioni, inoltre, ha raggiunto fama internazionale ed è stato richiesto da molte case di moda per le sfilate. Nel 1999 ha poi deciso di lanciare la sua gamma di prodotti caratterizzata dall’assenza di siliconi e parabeni. Insomma dei prodotti “puliti” se cosi si può dire.
La linea di prodotti Christophe Robin è abbastanza varia e adatta a varie esigenze. Della marca ho provato la linea Volume Naturel à la Rose, che non mi ha particolarmente entusiasmato, e la Maschera al limone invece ottima e che meriterebbe un post a parte. Ma quella che per me è la vera star in casa Robin è proprio la maschera all’olio di semi di fico d’India. Questa maschera promette di rigenerare i capelli grazie alla sua formulazione di oli vegetali. Contiene non solo olio di semi di fico d’India, dalle proprietà rigeneranti e antiossidanti ma anche un estratto di fiori di Inula per ravvivare e proteggere il colore dei capelli.

Ecco l’INCI:

INCI Christophe Robin Figue de barbarie
INCI Masque régénérant à l’huile rare de figue de barbarie

Come si utilizza

Va applicata sia sulle punte che sulle radici dei capelli. L’odore è molto buono e persistente e rimane sui capelli anche un giorno dopo dall’utilizzo. È una maschera piuttosto cremosa e corposa, ma che si risciacqua facilmente. Va posata per un tempo che, a seconda delle preferenze o del risultato che si vuole ottenere, va da 5 a 15 minuti. I risultati migliori li ho però ottenuti con un tempo di posa maggiore. Il suo primo ed immediato effetto, a solo uno o due minuti dall’applicazione, è quello di districare e ammorbidire i capelli.

Una volta risciacquati ed asciugati i capelli sono più corposi e voluminosi. Sembrano davvero nutriti e idratati in profondità ed acquistano un aspetto sano. Inoltre la capigliatura risulta molto morbida e luminosa. Ho i capelli sottili e molto lunghi e questa maschera non li appesantisce in alcun modo anzi è in grado di donare maggior volume. Nessun altro prodotto sino ad ora mi ha dato un risultato paragonabile. Della stessa linea ho provato anche lo shampoo, ma l’utilizzo di entrambi per un periodo prolungato, rischia invece di appesantire i capelli. È come se fossero troppo nutriti. Credo che, la combinazione dei due prodotti insieme, sia consigliabile solo in caso di capelli davvero “sull’orlo di una crisi di nervi”.

In conclusione: consiglio questa maschera a tutti i tipi di capelli, soprattutto come trattamento d’urto in quei periodi in cui stress, temperature, smog e quant’altro abbiano rovinato la capigliatura. La mia esperienza mi fa affermare che questa maschera, se utilizzata regolarmente per la propria routine capillare settimanale, migliora visibilmente consistenza,  lucentezza e corposità dei capelli.

SHOP THE POST:


SalvaSalva

SalvaSalva

MCVERI

Giornalista, blogger e video editor. Dopo aver vissuto in Italia e Germania, da qualche anno si è trasferita in Svizzera, a Ginevra. Nel 2015 fonda LipstickPost dove scrive di bellezza, viaggi, alimentazione e lifestyle.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: